Copyright 2020 - Custom text here

Indice articoli


IL FRATE TIMORATO

Due compari rientravano a casa dalla campagna verso l’imbrunire. Giunti nei pressi della località Arrolju de Baccas vedono arrancare su per i tornanti un frate questuante. Uno dice all’altro:
“Compare, vogliamo fare uno scherzo al frate?”
“Si compare: che scherzo gli facciamo?”
“Lasci fare a me, compare, lei dica sempre di sì.”
I due allungano il passo fino a raggiungere il frate. Quando gli sono vicini, quello che ha architettato la burla dice:
“Lo ha sentito, compare, il bando che hanno dato stamattina?”
“Sì che l’ho sentito, compare.”
“Io non ci posso credere, per quanto è strano...”
Il frate che ha udito a questo punto drizza le orecchie e tossicchia “uhm, uhm...”
Il contadino burlone, sempre rivolgendosi al compare, riprende a dire:
“Per ordine del Re! Un bando simile non si era mai sentito!”
“Proprio così, compare.” Lo asseconda l’altro.
Il frate riprende a tossicchiare “uhm, uhm,” più che mai incuriosito.
Lo avevano di poco superato, quando lo stesso contadino riprende a dire:
“Ma lo ha sentito bene, compare? Dice che si può cominciare già da domani mattina all’alba, per tutto il giorno, fino al tramonto...”
“Certo che l’ho sentito bene, compare.”
A queste parole il frate, non potendosi più trattenere dalla curiosità, si avvicina ai due compari e li saluta:
“Gesù Cristo!”
“Per sempre!” Rispondono i due.
“Sbaglio,” comincia il frate, “o è vero che stamani hanno dato un bando molto importante?”
“Sissignore, frate, è proprio vero!”
“E che cosa dice questo bando, che cosa dice? Già lo sapete
che è doveroso conoscere la volontà del nostro Sovrano per poterla rispettare.”
“Eh, sì... Il bando dice che a partire da domani all’alba, per tutto il giorno, fino al tramonto, maschi e femmine, sposati e nubili, anziani e fanciulle, vedovi e vedove, frati e suore, tutti quanti possono ingropparsi tra loro liberamente.”
Dopo queste parole il frate diventa muto. Ha una espressione pensierosa e afflitta e ogni tanto mugugna tossicchiando “uhm, uhm” .
Stavolta sono i due compari a essere curiosi di sapere che cosa stia passando per la testa al sant’uomo: certamente un simile bando deve averlo sconvolto.
Quando ormai sono giunti nei pressi del paese, i due compari gli si avvicinano e gli chiedono:
“O frate, ci dica: che cosa sta pensando?”
“Eh, io sono molto preoccupato,” risponde il frate, “sto pensando a quanti di noi se ne romperanno, domani!”

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.