Copyright 2021 - Custom text here

Indice articoli


11

Qualche mese dopo le casse di Kokakola, sono arrivate le Fabbrike della Petrol and Kimika, a tempo di Rekord, bruciate le tappe intermedie.
Le vecchie piste di Iknusu confluiscono ora tutte nella Superstrada a quattro Corsie: il trasporto della Materia Greggia va e viene senza interruzione. I pancia nuda si sono fatti furbi, è difficile vederne uno andare a piedi: si attaccano dietro i camions e viaggiano gratis.
Cominciano a vedersi facce nuove, gente di lingua diversa e di diversa malizia; questi Scambi Culturali sono veramente utili, ne deriva una Liberalizzazione dei Kostumi: si vedono Fanciulle andare in bicicletta e se mostrano un po' di cosce non succede nulla.
I tragici Avvenimenti del sette maggio sono ormai belli e dimenticati; la Forka è rimasta inattiva dalla sera che ha visto penzolare i sei manovali pastori, e ciascuno è tornato al proprio Lavoro. Certo, non si può dire che sia tutto risolto: siamo sulla Buona Strada. Ci sono ancora zone non toccate dal Progresso, non è facile portarci le Fabbrike in quelle pietraie nido di serpenti. Lì, trovano rifugio i turbolenti, mimetizzandosi con le capre; di quando in quando fanno parlare di sé con le loro gesta criminose.
Sono una spina nel fianco operoso di Iknusu. Abbiamo provato con le buone; se facessero i pastori e basta, nessuno ci troverebbe da ridire, anzi ci guadagnerebbero; abbiamo varato il Progetto per la pastorizia, prevede un Indennizzo per ogni pecora o capra che abortisce a causa del maltempo; niente da fare, a lisciarli: capiscono soltanto le maniere forti. Ce l'hanno nel sangue, l'istinto del predatore; appena fa buio escono dalle loro spelonche sui monti, e con veloci scorrerie fanno man bassa in pianura… o meglio dire, facevano, al tempo delle pecore, dei maiali, dei vitelli, del grano e dell'olio… Adesso, da quel lato, si attaccano come suol dirsi, al biskero; adesso ci sono soltanto Fabbrike, se non è che razziano Barili di Petrolio da farsi Enteroklismi!
L'hanno pensata nuova, quei furbastri. Sequestrano Petrolieri, col sostegno dei rinnegati che li riforniscono di Karabine e Kokakola di contrabbando e con la complicità di informatori detti basisti. Infatti, puntano sul sicuro; prima controllano il Conto in Banka del Petroliere, poi lo aspettano al varco e lo rapiscono. A distanza di dieci, quindici giorni si rifanno vivi col solito messaggio ricattatorio appuntato alla porta con un coltello: - Gentilissima Signora Petroliera, se vuole riavere suo Marito sano e salvo, deve mettere un sacco di Denaro ai margini del bosco, sotto il sasso ai piedi della grande quercia, e niente scherzi, altrimenti glielo rendiamo scannato e scuoiato.
La vita di un uomo è Sakra, si capisce; in un simile frangente, una Sposa che fa? Magari si leva il Pane di bocca, ma paga. E le Guardie Zivil hanno le mani legate. Ciò che non si riesce a capire è dove Diavolo mettano tutti quei Denari; a conti fatti devono aver messo da parte una bel Gruzzolo.
L'Iperrettore ha messo forti Taglie e ha nominato una Commissione d'Inchiesta; dai primi risultati, pare che il fenomeno sia destinato a scomparire - si tolgano dalla testa l'idea di poter fare quel mestiere in Pianta Stabile: le Fabbrike avanzano, i coloni dei Petrolieri aprono nuove Strade, ogni cento metri gli Impresari impiantano un Rifornitore col Deposito, il Bar, la Raffineria, il Big-bon, il Gabinetto, il Juke-box, la Kaserma delle Guardie Zivil e tutto quanto.
I beduini dell'interno sono una razza destinata a estinguersi; forse avrebbero potuto sopravvivere per un bel po' di anni se avessero accettato di procreare nel Parko-Riserva; il Piccolo Faraone aveva garantito una coperta a testa, un Panettone a Natale e matasse di fil di ferro per fare lacci da tordi; in cambio avrebbero dovuto conservare i loro abbigliamenti tradizionali e mostrarsi in estate ai Turisti, gente di buon Cuore, con le tasche piene di Monetine e noccioline.
Con le Fabbrike sono venuti Problemi nuovi, c'era da aspettarselo. Mister John è un Galantuomo, ci aveva preavvisati. E' stato un mese prima dell'arrivo delle Makine, in una Riunione ad Alto Livello nel Korinale. - Voi essere come birichini, molto impazienti assaggiare marmellata - aveva esordito paterno Mister John. - in Affari sempre Okay andare con piede di piombo. io illustrare adesso piccolo inconveniente di Makina e Ritrovato per neutralizzare. Primo, Kokakola: non presentare alcun disturbo in Organismo umano, nostra Equipe di Scienziati studiare effetti su cavie: all right. Però, uso troppo frequente provocare fenomeno di Aerofagia, piccolo gonfiore di ventre che essere in lingua di people: scoreggia. Questo non good, produrre inquinamento atmosferico e rumore molesto. Altro piccolo inconveniente essere fumo di Makina; insieme a scoregge di Kokakola aggravare inquinamento atmosferico… Voi stare tranquilli: noi avere in via di Risoluzione primo e secondo inconveniente mediante spectacular Ritrovato…
A questo punto Miste John ci ha lasciato un mazzetto di Depliants da distribuire alla Klasse Politika Dirigente di Iknusu. Il Depliant, in Carta Patinata, con le Illustrazioni esplicative, dice: «Un'invenzione di straordinaria Utilità sociale è stata brevettata con il nome di The little rogue, ovvero il Bricconcello, ma la sua denominazione scientifica è Silenziatore Depuratore Umorale. La sua Origine è legata a due recenti Congressi: il primo, medico, di Figadelfa, sull'Aggravarsi del Fenomeno di Aerofagia; il secondo, sociologico, di Lewingstonecity, sui Danni dei Rumori Molesti al Sistema Nervoso. Le Autorità hanno quindi lanciato una Crociata contro i Rumori e contro l'Inquinamento, che minacciano di pregiudicare, sia pure in minima parte, i Benefici Effetti che la nostra Civiltà riversa a piene mani. Un geniale cittadino di Topeke, certo James Burble, ha raccolto l'Appello delle Autorità, si è chiuso nel suo Laboratorio privato, e dopo qualche giorno ne è uscito con il Prototipo del little rogue. Il Brevetto, regolarmente depositato, è stato acquistato dalla Tele-fox Company, che ne ha iniziato la Produzione in serie. James Burble, il Padre del Bricconcello, ha così illustrato la sua Invenzione al Senato: - l'Aerofagia è un inconveniente tipico della Civiltà del Benessere, colpisce di preferenza i Q.I. superiori alla Media. Diffondendosi quindi in proporzione al livello economico e culturale, si ha col Progresso un continuo aumento di petomani e del volume degli umori espulsivi. Il Congegno che ho Battezzato The little rogue, senza che ci sia, per altro, alcun rapporto tra il suo nome e l'uso cui è destinato, oltre che da Silenziatore funge da Depuratore, essendo munito di speciale Filtro a essenze diverse, secondo i gusti. Di struttura interamente plastificata, è autolubrificante, risulta di facile introduzione e passa del tutto inosservato, anche coi calzoni attillati. E' allo studio la versione femmina, dove può infilarsi il tubo di scappamento di qualsiasi Motore».
Il Benessere vale qualche Sacrificio, non c'è rosa senza spina. Pazienza se i pesci hanno sapore di Petrolio; intanto il Festival della Canzone nostrana è una Rassegna che attira un mucchio di gente di fuori, ciò significa Denaro, farsi conoscere e apprezzare; abbiamo messo in piedi una Squadra di Calcio che è una cannonata…
A conti fatti, è un Bene avere molti Problemi; tengono desta l'attenzione, la gente è più sveglia, rende di più. Passati i tempi dei capannelli in Piazza; per discutere ci sono i Centri Statali di Discussione, si discute con Ordine, senza divagare, su Temi prestabili. E' l'Era della Funzionalità, non si scappa. Prima l'uomo viveva in balia degli elementi, non aveva ancora maturato il Seme della Sapienza inculcatogli dal Supremo Creatore. Il Seme è germogliato nella Materia Grigia, si è fatto cespuglio, infine fronzuto Albero del Bene e del male. L'uomo adesso può decidere del proprio Avvenire, può prendere a calci il male, scaraventarlo in casa del Diavolo, e può abbracciare il Bene, asservirlo, dominarlo, fotterlo come e quando gli pare, anche moltiplicarlo, se vuole, rifotterlo e rimoltiplicarlo, una volta appresa la Teknika. Se la Realtà, quindi, da semplice si è fatta complessa, non c'è da preoccuparsi: hanno voglia a crescere, i Problemi! La natura, stimola la Teknika, provvede con debite Mutazioni Biologiche, l'uomo si adegua sempre, il Volume Cerebellare si sviluppa in rapporto diretto alla quantità di problemi che gli vengono richiesti, esattamente come una fika: puoi avere un cazzo spropositato quanto mai, lei se lo succhia sempre tutto.
Mi fanno ridere, i dubbiosi e i pavidi!… Non considero i markusiani, sono in malafede, usano malizie della Kultura per fini eversivi, seminano zizzania per intralciare la gioiosa Mietitura dei Beni di Consumo: tutta invidia per chi ha fatto Carriera, sono pronto a scommettere il Prepuzio che con una Promozione, una Prima Pagina di Copertina e due Scatti Anticipati di Stipendio te li ritrovi inquadrati a gridare Evviva!… Vedi il caso dei komunisti; il piccolo Faraone l'aveva mangiata da un pezzo, la foglia; e dice: va bene, mi avete rotto le palle con la vostra Storia della rivoluzione proletaria; e che?, non siamo tutti proletari?, non vogliamo tutti la rivoluzione? La rivoluzione la fa anche la Terra, girando intorno al Sole, figuriamoci! Ma senza Casino, sia ben chiaro, e secondo Modi e Tempi programmati, una cosa seria, fatta a Regola d'Arte; possiamo farla insieme, non vi pare? - E i komunisti non se lo sono fatto ripetere due volte; sono corsi tutti quanti a mettersi la cravatta e si sono schierati nel Kortile, poi hanno abbracciato e baciato i Marines di Guardia e sono entrati ordinatamente nella Piccola Casa Bianca…
Dicevo: mi fanno ridere i dubbiosi e i pavidi! Dicono: l'uomo ha superato le Colonne d'Ercole, Mamma mia!, ha squarciato il Velo del Mistero, Gesù Maria!, e ha risvegliato il Mostro Incontrollabile, Figlio del Caos; ora si è rotto l'Equilibrio Biologico e tutto quanto!
Balle!, dico io. L'Equilibrio Naturale si può rompere quanto si vuole; con una semplice Operazione chirurgica ridiventa Vergine; hai voglia a rompere! I nostri Grandi Alleati hanno Coorti di Specialisti di ogni Settore, con qualche ora di Lavoro Straordinario e una compressa di Methedryne, quei Cervelloni ti mettono a punto il Brevetto per fare incazzare una tigre del bengala, prenderla delicatamente per la coda, ficcarla nel serbatoio della Benzina e sfruttare la Potenza dell'Incazzatura nel Rendimento del Motore.
Dicono: pompando fiumi di Petrolio da sottoterra si creano dei vuoti, pian piano la Crosta Terrestre cede provocando terremoti e cataclismi… Gente di Poca Fede! basta usare il Cervello: quando una falda petrolifera è stata vuotata, ci si pompa dentro acqua di mare, ce n'è quanta se ne vuole, e tutto torna come nuovo.
Ogni Regola ha la sua Eccezione, purtroppo. Roby-ang ha preso una sbandata, è fuggito con una puttanella del movimento studentesco, si è messo in testa di diventare guerrigliero di montagna; oggi vanno di Moda i fronti di liberazione nazionali.
Il Padre putativo, il Sottosegretario On. Orso, lo ha maledetto, in contumacia, ovviamente: - Figlio degenere, con tutti i Sacrifici che mi sei costato! Per me non esisti più, sei morto. - E la Madre piangeva: - Oh, Figlio mio perduto! - una scena straziante: Genitori offesi e umiliati nel loro Amore. Ho detto: - Via, non drammatizziamo, la faccenda è grave, non lo nego, e non va presa sottogamba; tuttavia non è ancora perduto, se si interviene tempestivamente e col massimo rigore; so io come vanno presi i giovani, sono teste calde, lasciate fare a me, mi sento anche io responsabile, non l'ho tenuto abbastanza a freno. - Si sono rincuorati; nel volto dell'Orsa bagnato di pianto ha brillato per un attimo un lieve sorriso; mi ha baciato la mano: - Come faremmo noi senza di te, Buana!?
La caduta di Roby-ang l'avevo fiutata da un pezzo: l'antico peccato di superbia, Lucifero contagia Adamo. Bazzicava gruppuscoli poco raccomandabili, negli ultimi tempi, accecato dal miraggio del Potere… E' pura follia, pensare che si possa conquistare il Potere andando all'arrembaggio, battagliando a petto nudo a colpi di spada, non è un Galeone spagnolo: fatto fuori l'Equipaggio si ammaina la Bandiera e se ne mette un'altra. Poveri illusi! Il Potere è una Montagna, anzi una Catena di Monti, Frutto di secoli di paziente Edificazione, è Grande, è in ogni luogo, nelle molecole delle cose animate e inanimate: vai a distruggerla! Bisognerebbe distruggere e rifare tutto il mondo, la testa della gente, le strade, le case, il modo di cucinare la carne, le chiusure lampo, gli aghi e il filo per attaccare i bottoni, e tutto il resto… I giovani sono superficiali, non sanno wo liegt del Hase im Pfeffer, mancano di Empfindlichkeit, sono impulsivi: il primo buco che vedono, ce lo ficcano dentro. Io non dico che non debbano avere Ambizioni, sane Ambizioni, che sono poi quelle che contano: vincere un Concorso di Stato, occupare un Posto sicuro, far Carriera, arrivare al Coefficiente Trecentosette; è umano, tutti puntano sul comodo, mica scemi! Se chiedi: - Preferisci l'inferno o il Paradiso? - La risposta è ovvia; dicono: - Il Paradiso. - Purtroppo, molti sono in Lista d'attesa, ma pochi sono chiamati al Volo. I giovani dicono che non è giusto. Vorrebbero entrare tutti quanti insieme, cantando e ridendo, con la camicia sbottonata, dimenticano che c'è una Porta. Ci deve essere sempre, una Porta: è la Legge. Si entra uno a uno, secondo la Graduatoria; e più il Luogo è comodo, più la porta deve essere stretta. Questo si capisce, guai se non fosse così, il mondo andrebbe coi piedi per aria… Ma loro no, vorrebbero entrare tutti quanti in mucchio, accomodarsi, mangiare e fottere senza aver prima fatto i debiti Sacrifici.
Mi ha lasciato perplesso, una volta, Roby-ang. Si parlava di Potere; non parlano d'altro, loro. Diceva: - Il Potere appartiene per Diritto a chi produce, cioè ai lavoratori. - Una tesi ingenua, oltre che cretina. Se domani tutta la Produzione fosse opera delle Makine, dovremmo forse fare un Governo di Makine? Replicava: - Ma gli uomini non sono Makine. - Giusto. Ma è anche vero il Detto dei nostri Saggi: Cento teste e cento berretti. Ci vuole una sola Testa, per quel Berretto, e biscotto in bertula ci vuole, per comandare. Esempio: il Progresso ha dato all'uomo Armi formidabili per la Conquista di ogni Bene e per il mantenimento dell'Ordine. Queste armi non possono essere date in mano agli incompetenti: le guasterebbero. Figuriamoci poi se dovessero cadere nelle grinfie dei malvagi!, le userebbero per scopi eversivi, per far trionfare il Demonio.
Dicono: ma le Armi sono sempre Armi… Eh, no, c'è una bella differenza tra una Bomba lanciata in un nido di bolscevichi e una Bomba lanciata nel Tempio durante la Funzione Solenne! E' necessario un rigoroso Controllo, non si possono lasciare oggetti pericolosi in mano ai bambini… Certo, le frustrazioni, lo so. A tutto c'è rimedio: se ne possono costruire imitazioni, da mettere liberamente in vendita, che sparino a salve. Ma non basta. Ci sono Armi subdole che uccidono più di quelle che scoppiano. Avevano ragione gli Antichi: - Ne uccide più la Lingua della Spada. - L'Arma più pericolosa è appunto la Stampa, che è la Lingua scritta. Se ne vede troppa in giro, di tipo non autorizzato. Mina le Coscienze, le corrompe, talvolta fino alla perdizione eterna… Roby-ang leggeva Komunità Nova, il ciclostilato dei piedi neri, ed ecco i buoni risultati: è scappato con una puttanella del movimento studentesco per unirsi ai manovali latitanti che infestano i monti, gettando i suoi Cari nella disperazione. Prima o poi lo acchiapperemo, con una buona Taglia si prendono sempre, meglio del sale sulla coda; e quando l'avrò nelle mani, gliene darò tante da fargli passare le ubbie guerrigliere. Non doveva farmelo, mi stava entrando in Simpatia, e anche a Pop e Kul, gli avrei decurtato il Periodo di Apprendistato con un Concorso per Merito Distinto, sarebbe diventato Vice due anni prima, stupido.

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.